Sentiero del Castelluccio partendo da Pisciotta – Guida Completa

Pianifica la tua escursione al Sentiero del Castelluccio con la nostra guida dettagliata: itinerario, periodo migliore, come raggiungere e dove parcheggiare.

Tempo di lettura: 13 minuti

Lunghezza: km 9.9

Tempo medio: 4:30

Difficoltà: Media

Segnaletica: CM192 + CM67 + CM68

Partenza: Via Borgo

Arrivo: Via Borgo

Dislivello + : m 550

Dislivello - : m 550

Alt. Max: m 703

Alt. Min: m 185

Fonti d'acqua: No

Costo: Gratuito

Inoltrarsi tra le meraviglie naturali del Sentiero del Castelluccio è un’esperienza senza paragoni; una di quelle avventure che rimarranno impresse nel tuo cuore per sempre. Questa guida completa ti porterà alla scoperta degli itinerari di trekking più affascinanti della regione Campania, dove i percorsi escursionistici si snodano tra paesaggi mozzafiato e luoghi di interesse storico.

Lungo il percorso, raggiungerai Castelluccio di Pisciotta, luogo perfetto per un pranzo al sacco immerso nella natura e goderti un meraviglioso panorama su tutto il golfo del Cilento, supererai il Valico San Belardino e scoprirai il fascino del borgo cilentano di Pisciotta.

Non c’è niente come una lunga e passaggiata nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni per riempirti di energia e ispirazione. Preparati ad affrontare un percorso ad anello di difficoltà Media con una lunghezza di 9,9 km. Durante il percorso, segui i sentieri CM192, CM67, CM68 e CM69 come spiegato in questa guida.

Potrai provare l’emozione di raggiungere la fine del sentiero costruendo il tuo percorso passo dopo passo completamente immerso nella natura circostante… Questi sono solo alcuni dei motivi per cui dovresti aspettarti di rimanere incantato dal Sentiero del Castelluccio. Ora, non ti resta che scoprire il resto tu stesso! Non vediamo l’ora di accompagnarti in questo viaggio emozionante.

Sentiero del Castelluccio da Pisciotta: Sentiero, difficoltà e consigli informativi.

Immergersi nella bellezza del Sentiero del Castelluccio, conosciuto anche come Sentiero dei Corbezzoli, rappresenta un’avventura di trekking ad Anello che ti consentirà di scoprire un piccolo pezzo dell’affascinante Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Il percorso ha dei dislivelli ragionevoli, ma ci sentiamo di consigliarlo solo ad a escursionisti provetti e in buona forma fisica per due motivi principali:

  • la mancanza di segnaletica, in particolare nella prima parte di sentiero, e
  • il fatto che il sentiero è poco battuto e in questo momento in particolare, purtroppo, poco curato, con tratti in cui la vegetazione ha completamente coperto il sentiero e il panorama (giugno 2023).

Questo ultimo punto, però, può essere il risultato del maltempo che ha impedito ai curatori del percorso di occuparsene. Detto questo, buttiamoci a capofitto sulle indicazioni per il nostro trekking sul sentiero del Catelluccio.

Indicazioni per il Sentiero del Castelluccio

  1. La tua avventura inizia da via Borgo: un comodo punto di partenza non lontano dal tuo parcheggio.
  2. La salita prende il via: appena superato l’imbocco del sentiero, durante la salita, lasciati stupire dalla meravigliosa vista del borgo di Pisciotta e del mare che si stagliano davanti a te.
  3. Supera il Torrente Fiori: super il torrente e prosegui nella vegetazione per circa 2km. E non dimenticare di girarti a guardare il panorama alle tue spalle nei tratti in cui la vegetazione si dirada.
  4. Proseguiamo sul sentiero CM192: Dopo circa 2.3 km, troverai un bivio; segui il sentiero CM192 sulla sinistra per circa 200 metri, poi devia a destra imboccando il sentiero CM67.
  5. Percorri il sentiero CM67: segui il sentiero per circa 2 km, che successivamente diventerà CM68 e infine CM69. Durante la salita, avrai modo di ammirare la flora locale, dominata dal corbezzolo, una pianta che in inverno produce frutti dolci e gustosi, perfetti per le marmellate.
  6. Dopo circa un’ora e mezza, raggiungerai l’Area Picnic Castelluccio: Qui, potrai fermarti per il pranzo prima di raggiungere la cima del colle, da dove potrai godere delle meraviglie visibili dal Castelluccio di Pisciotta (quota 701 m.s.l.m).
  7. Dopo pranzo: lascia la cima e continua in sentiero ad anello su un percorso che ti farà scoprire imponenti castagneti.
  8. Punto panoramico: raggiungi la panchina panoramica nel cuore di un bosco di corbezzolo. Da qui, potrai ammirare un panorama mozzafiato sulla valle e goderti un po’ di riposo.
  9. La cappella di S. Bernardino: Dopo un’ulteriore ora di cammino, arriverai a S. Bernardino un luogo di grande rilevanza storica locale.
  10. Da S. Bernardino a Pisciotta: dal crocevia alla cappella di San Bernardinouna, prendi per Pisciotta. Da qui, una strada in pietra contornata da antichi muretti in pietra a secco e da ulivi centenari ti condurrà verso il paese.
  11. L’arrivo alla fontana: una volta arrivato sulla strada, prendi la sinistra per tornare al centro del paese. Saprai di essere vicino all’arrivo quando una lunga scalinata in pietra levigata, su cui troverai una serie di fontane per rinfrascarti sulla sinistra, ti condurrà alla piazza principale. E così, il tuo viaggio lungo il Sentiero del Castelluccio si conclude.

Quanto è lungo il sentiero del Castelluccio (sentiero dei Corbezzoli) ?

Inizia la tua avventura su Via Borgo e preparati a camminare sui sentieri CM192, CM67, CM68 e CM69, che insieme formano il Sentiero del Castelluccio. Questo percorso di trekking è un cammino di circa 10 km, che ti porterà attraverso panorami incredibili e una varietà di paesaggi naturali e straordinari.

Affronterai un dislivello positivo totale di 550 m e un dislivello negativo totale di 550 m, che rendono questo percorso una sfida equilibrata. Durante il tuo viaggio, raggiungerai un’altitudine massima di 703 m e scenderai a un’altitudine minima di 185 m, permettendoti di vivere una varietà di esperienze naturali.

Il tempo di percorrenza stimato è di circa 4 ore e 30 minuti, dando ampio tempo per godersi le viste e rilassarsi lungo il cammino. Il percorso presenta un mix di terreni, da sterrati a asfaltati, che richiedono attenzione e abilità.

Una volta completata questa sfida, potrai guardare indietro con orgoglio e riflettere sulle meraviglie del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Ma non finisce qui, naturalmente. Sei curioso di sapere cosa ti riserva il percorso? Siediti e rimani con noi mentre ti guidiamo attraverso i punti salienti che troverai lungo il tragitto. Stiamo per svelare i tesori nascosti lungo il Sentiero del Castelluccio. Pronto per l’avventura?

Mappa GPX del Sentiero del Castelluccio da Pisciotta (Sentiero dei Corbezzoli)

Hai davanti a te una mappa dettagliata con il percorso di trekking già tracciato. Ma non è tutto! Cliccando sul pulsante qui sotto, potrai scaricare il file GPX direttamente sul tuo cellulare. Una volta fatto, importa il file nella tua applicazione di trekking preferita, come Komoot, Wikiloc, Oruxmaps o OutdoorActive. E la magia avviene: il tuo smartphone si trasforma in un vero e proprio navigatore da trekking! La parte migliore? Non ti devi preoccupare della copertura del segnale. Una volta importato, avrai accesso alla mappa e al tracciato anche in assenza di connessione. Preparati per un’avventura senza intoppi!

Cima del Castelluccio di Pisciotta

I resti del Castelluccio di Pisciotta emergono dal passato sopra il villaggio di Pisciotta, svettando a oltre 700 metri di altezza. In percorso, dipanandosi tra frutteti di ulivi, campi di viti, corbezzoli e fitte foreste, ti conduce fino alla cima di questa vetta. La segnaletica ti guiderà lungo il tragitto e, una volta arrivato in cima, sarai accolto da tavoli per picnic ed una vista sbalorditiva.

Crocevia del Valico di San Belardino

Il Valico di San Belardino funge da snodo tra una serie di sentieri, ognuno con la sua propria storia da raccontare. Qui potrai ammirare i resti dell’abside della cappella che porta lo stesso nome. Da questo punto puoi scegliere di continuare il tuo viaggio verso il villaggio di Rodio, tornare verso la cima del Castelluccio oppure tornare verso Pisciotta. In tutti i casi, le attrazioni lungo il percorso del Sentiero del Castelluccio ti lasceranno senza fiato.

Il Panorama dal Sentiero del Castelluccio

Lungo questo percorso potrai ammirare panorami meravigliosi che si estendono sull’immenso Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, offerti dai Monti Stella, Bulgheria, Gelbison e Cervati.

Il Borgo di Pisciotta

Una volta terminata la vostra escursione immersi nella natura, vi consigliamo di immergervi nella storia e di godervi una passeggiata nel bellisimo borgo di Pisciotta.

Come raggiungere il Sentiero del Castelluccio in Auto o con i mezzi pubblici

Raggiungere il Sentiero del Castelluccio è tanto emozionante quanto l’escursione stessa. Il viaggio vi regala panorami mozzafiato, preludio delle meraviglie che scoprirete lungo il vostro cammino. Via Borgo sarà la vostra destinazione, che siate al volante o abbiate scelto i mezzi pubblici.

Come raggiungere il punto di partenza del Sentiero del Castelluccio in auto

Viaggiare in auto verso il punto di partenza del sentiero per Sentiero del Castelluccio è un’avventura affascinante, tra colline verdi e borghi incantevoli. Sia che partiate da Napoli o da Salerno, il navigatore sarà il vostro fidato compagno di viaggio. Seguite il link che trovate in fondo alla pagina per raggiungere Via Borgo e una volta lì, potrete parcheggiare la vostra auto e dare il via alla vostra escursione.

Dove parcheggiare nei pressi del Sentiero del Castelluccio

Hai in programma di raggiungere il sentiero per Sentiero del Castelluccio a bordo del tuo mezzo, ma ti stai chiedendo dove lasciare l’auto? Non preoccuparti, abbiamo una soluzione per te. C’è un comodo parcheggio multipiano a pagamento non distante del sentiero; oppure, un po’ più distante, un altro ampio pargheggio in cui lasciare la tua auto. Una volta parcheggiata l’auto, sei pronto per intraprendere la tua avventura, godendo della bellezza del paesaggio senza doverti preoccupare del tuo veicolo.

Partendo da Napoli: Come raggiungere il punto di partenza del Sentiero del Castelluccio in Treno

Per raggiungere il punto di partenza per il Sentiero del Castelluccio in treno da Napoli, dovete recarvi a Piazza Garibaldi e prendere il treno in direzione Stazione di Pisciotta-Palinuro. Il viaggio dura circa 1 ora e 50 minuti. Da Pisciotta, potete proseguire a piedi per 42 minuti fino a Pisciotta.

Partendo da Salerno: Come raggiungere il punto di partenza per Sentiero del Castelluccio in Treno

Per giungere al punto di partenza per il Sentiero del Castelluccio in treno da Salerno, recatevi alla Stazione FS di Salerno e prendete il treno per Pisciotta-Palinuro. L’intero viaggio dura circa 1 ora. Una volta arrivati a Pisciotta, proseguite a piedi per 42 minuti fino a Pisciotta.

Qual è il periodo migliore per fare il sentiero del Castelluccio da Pisciotta?

Domandarti qual è il periodo migliore per percorrere il sentiero per Sentiero del Castelluccio è come chiedere a un pittore quale sia il suo colore preferito. Ogni stagione offre la propria palette di colori e profumi unici, ma c’è qualcosa di magico nel vedere la macchia mediterranea in fiore. Il sentiero è un’esplosione di verde, dove ulivi e lentisco si mescolano al rosmarino, al mirto, al carrubo, al lauro e alla ginestra. I pioppi, i lecci, gli ontani e i castagni si ergono come guardiani del percorso, con il corbezzolo che mostra la sua vistosa fioritura in autunno.

Quindi, quando è il momento migliore per intraprendere questa avventura? Potrebbe essere la primavera, quando la natura si risveglia, o l’autunno, quando le foglie dei castagni si tingono di rosso. Te lo sconsigliamo in estate inoltrata a causa del caldo, ma non escludere l’inverno, quando il sentiero è tranquillo e puoi goderti la pace. Il periodo migliore dipende solo da te. Ma una cosa è certa: ogni visita ti offrirà un’esperienza unica.

Cosa portarsi per l’escursione sul sentiero del Castelluccio da Pisciotta?

Affrontare il percorso di trekking lungo il Sentiero del Castelluccio è un’esperienza magnifica, ma come ogni avventura, richiede una certa preparazione. Questo tracciato ti porterà attraverso colline e valli, da un’altitudine minima di 185 metri fino ad un massimo di 703 metri, coprendo una distanza di 10 chilometri.

Prima di tutto, vestiti a strati. Il clima può cambiare rapidamente in montagna, specialmente tra l’altitudine più bassa e la vetta. Inizia con una base traspirante, seguita da uno strato intermedio per l’isolamento e termina con un guscio esterno resistente all’acqua e al vento. Non dimenticare un cappello e dei guanti se stai partendo all’alba o se prevedi di camminare fino al tramonto.

In secondo luogo, opta per scarpe da trekking robuste e comode. Il percorso è lungo e può essere faticoso per i piedi, quindi un buon supporto è fondamentale. Ricorda di indossare calze di lana o tecniche per prevenire vesciche.

Per questo percorso ti consigliamo di portare le bacchette da trekking. Ti aiuteranno a distribuire il peso e a sentire di meno la fatica lungo il percorso. In più, sono molto utili per contrastare la fitta vegetazione, soprattutto in caso di rovi.

Per quanto riguarda l’equipaggiamento, una borraccia riempita d’acqua, ti consigliamo 2L a testa, e uno zaino con cibo energetico, come barrette di cereali o frutta secca saranno i tuoi migliori alleati. Non dimenticare di portare con te il GPX del percorso che potrai scaricare alla fine dell’articolo. Considera anche di portare con te una bussola e almeno un dispositivo GPS, per non perderti.

Infine, ricorda di portare con te un kit di primo soccorso per eventuali piccoli incidenti, una torcia o una lampada frontale nel caso in cui il tuo trekking si prolunghi fino a sera, e una coperta termica per emergenze.

Affrontare un percorso di trekking è un’avventura che richiede un buon equipaggiamento e una preparazione adeguata. Prenditi il tuo tempo per prepararti e goditi ogni passo di questo meraviglioso cammino.

Storie e leggende legate al Sentiero del Castelluccio

Il toponimo di Castelluccio

L’evocativo nome “Castelluccio” risuona con l’eco di racconti perduti nel tempo. Questa località era un tempo un punto di incontro di diverse civiltà, una fortezza di difesa e un confine sottile tra l’influenza del mondo greco di Elea e l’autorità dei Lucani. Le precise forme delle pietre di arenaria ancora visibili sul sito rappresentano un muto omaggio a un’opera architettonica antica che gli archeologi stanno attualmente tentando di svelare. Castelluccio mantiene ancora nascosti i suoi segreti, una sublime fusione di presente e passato che si unisce in un affascinante narrazione.

La Via dei Corbezzoli

Il tracciato è noto anche come “Sentiero dei Corbezzoli”, così nominato per la presenza di grandi estensioni di corbezzoli lungo il cammino. Queste piante adornano la strada per buona parte del percorso, diventando praticamente l’unico tipo di vegetazione nel tratto finale, con esemplari che talvolta raggiungono una maestosa altezza di oltre dodici metri.

Entrambe queste storie aggiungono un fascino unico a quello che puoi aspettarti dal Sentiero del Castelluccio, trasformando ogni passo in un viaggio attraverso la storia e la natura.

Dove e cosa mangiare vicino al sentiero del Castelluccio?

Dopo un’intensa giornata di trekking, immergiti nei piaceri della cucina campana con piatti come le delicate Alici sott’olio, le Frittelle con Alici, gli Spaghetti con le alici, i Susamieddi e i Pastuccedde.

Ecco alcuni dei migliori locali dove poter mangiare a Pisciotta e dintorni:

  • Agriturismo Principe di Vallescura: Un’oasi di pace sulle colline che guardano la Baia di Pisciotta. Il personale caloroso ti farà sentire a casa, coccolando il tuo palato con ricette a base di carne o pesce fatte a mano e prodotti tipici locali come miele, formaggi e salse. Non perderti l’occasione di portare a casa un delizioso souvenir del Cilento.
  • Malabar: Un luogo in cui tradizione e innovazione si incontrano. Qui troverai prodotti di alta qualità serviti con un twist moderno, accompagnati da una selezione di vini curata da un giovane ma esperto maitre. Il servizio è impeccabile, e la location unica contribuisce all’atmosfera incantevole.
  • Osteria del Borgo: Un luogo incantevole dove poter assaporare un’ottima cena. Dal personale gentile e disponibile al servizio rapido, dall’antipasto per due ricco di salumi, formaggi e una parmigiana da leccarsi i baffi, alla zuppetta di vongole e cozze perfetta. Gli spaghetti ai frutti di mare e le linguine al nero di seppia sono semplicemente squisiti.

Questi locali promettono un’esperienza culinaria che ti farà desiderare di tornare a Pisciotta dopo il tuo trekking a Sentiero del Castelluccio.

Dove dormire vicino al sentiero del Castelluccio?

Per un’escursione senza stress al Sentiero del Castelluccio, la scelta ideale è pernottare nelle vicinanze. Se stai pianificando di partire di buon mattino da Via Borgo, un pernottamento vicino ti permetterà di iniziare la giornata pieno di energia. Al contrario, se hai terminato la tua escursione e sei pronto per riposare e goderti la bellezza di Pisciotta, un alloggio comodo ti attende.

Abbiamo selezionato alcune delle migliori strutture dove alloggiare a Pisciotta:

  • I fiori di Donna Ester: Questa struttura appena rinnovata è perfetta per un weekend o un soggiorno più lungo a Pisciotta. Offre tutti i comfort necessari, incluso un angolo cottura completamente attrezzato e aria condizionata. Situato nel centro del paese, avrai facile accesso a supermercati, bar, ristoranti e altro ancora.
  • La Villa del Pixus: Ammirare la vista mozzafiato da questa casa è un’esperienza in sé. Tra un pranzo in cucina e un riposo nel letto matrimoniale, non dimenticare di goderti il balcone, che ti darà l’impressione di essere su una nave da crociera. L’host è estremamente gentile e attento, e la colazione, semplice ma di qualità, è inclusa.
  • La Casa sul Blu Albergo Diffuso: Questa struttura affascinante offre viste eccezionali dalle sue confortevoli stanze. Gli host, Luigi e sua madre, sono meravigliosi e ti consiglieranno su tutto ciò che hai bisogno. La colazione offerta al mattino è eccellente, aggiungendo un tocco extra al tuo soggiorno.

Queste strutture promettono un pernottamento confortevole che ti preparerà per l’escursione a Sentiero del Castelluccio o ti permetterà di riposarti dopo.

Conclusione

Ora che hai tutte le informazioni necessarie per pianificare la tua escursione da Pisciotta sul Sentiero del Castelluccio, sei pronto ad affrontare questo appassionante percorso di trekking di circa 10km. Con un grado di difficoltà media, questo percorso ti permetterà di ammirare i maestosi panorami offerti dai Monti Stella, Bulgheria, Gelbison e Cervati, con uno sguardo che spazia da Punta Licosa a Capo Palinuro. Durante la tua avventura, ti ritroverai immerso in luoghi di incantevole bellezza come Castelluccio di Pisciotta e il Valico San Belardino, potrai riposarti nell’area picnic e immergerti nell’atmosfera pacifica di Pisciotta. Considerando un dislivello positivo di 550 m, il tempo medio di percorrenza stimato è di 4 ore e 30 minuti.

E tu, sei già stato protagonista di questa escursione? Siamo curiosi di ascoltare il racconto della tua esperienza! Ricorda, questo è solo uno tra gli innumerevoli percorsi affascinanti del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Non esitare a condividere con noi i tuoi momenti di trekking e a suggerirci quale potrebbe essere il nostro prossimo traguardo!

Domande Frequenti

Qual è il dislivello positivo del percorso da Pisciotta a Sentiero del Castelluccio?

Il dislivello positivo del percorso è di 550 metri.

Quanto tempo ci vuole per completare l’escursione da Via Borgo a Sentiero del Castelluccio?

Il tempo medio per completare l’escursione è di circa 4 ore e 30 minuti.

Ci sono aree di sosta lungo il percorso da Pisciotta a Sentiero del Castelluccio?

Sì, c’è un’area picnic lungo il percorso dove gli escursionisti possono riposarsi e rifocillarsi.

Quali sono alcuni dei punti panoramici che si possono vedere lungo il percorso?

Durante l’escursione si possono ammirare panorami dei Monti Stella, Bulgheria, Gelbison e Cervati, così come viste che spaziano da Punta Licosa a Capo Palinuro.

È necessario un equipaggiamento speciale per l’escursione da Pisciotta a Sentiero del Castelluccio?

Non è richiesto un equipaggiamento speciale, ma si consiglia di indossare scarpe da trekking comode, bacchette da trekking e di portare con sé acqua e snack.

Quali sono le principali attrazioni da vedere lungo il percorso?

Le principali attrazioni lungo il percorso includono Castelluccio di Pisciotta e il Valico San Belardino.

Qual è il livello di difficoltà dell’escursione da Via Borgo a Sentiero del Castelluccio?

Il livello di difficoltà dell’escursione attualmente è medio-difficile a causa delle condizioni del percorso.

Il percorso è adatto ai bambini o ai principianti?

A livello tecnico si, ma lo sconsigliamo a causa delle condizioni poco curate del percorso. In condizioni ottimali, la difficoltà media del percorso lo rende adatto anche a principianti in discreta forma fisica o ai bambini di almeno 10 anni abituati a fare escursioni, purché accompagnati da un adulto.

È possibile fare l’escursione da Via Borgo a Sentiero del Castelluccio in tutte le stagioni?

Sì, è possibile fare l’escursione in tutte le stagioni, ma è sempre consigliabile controllare le previsioni meteo prima di partire.

Ci sono servizi igienici lungo il percorso?

Non ci sono servizi igienici lungo il percorso. Si consiglia quindi di fare uso dei servizi igienici disponibili a Pisciotta prima di iniziare l’escursione.

Foto dell'autore

Italiacammino

Amanti del trekking e della natura, esploriamo e documentiamo i sentieri nascosti d'Italia. Insieme a organizzazioni locali, condividiamo le meraviglie italiane. Unisciti alla nostra avventura e scopri la bellezza eterna dei percorsi italiani.

Il Sentiero dei Commenti: Condividi con noi la tua storia.

Le informazioni, i percorsi e le mappe gpx su questo sito sono puramente informative. Non ci assumiamo responsabilità per incidenti, lesioni o danni derivanti dall'uso di tali informazioni. Prima di intraprendere qualsiasi escursione, valutate le vostre capacità, le condizioni meteo, l'equipaggiamento e il percorso. Consultate associazioni di trekking locali e guide locali per informazioni aggiornate. La vostra sicurezza è vostra responsabilità. Usando le nostre informazioni, accettate tutti i rischi e responsabilità correlati. Leggi il Disclaimer »